domenica 31 luglio 2016

I Libri del Mese #luglio 2016

Questo mese sono stata molto pigra e i pochi libri qui recensiti li ho letti molto velocemente e finiti una quindicina di giorni fa..dopo di che il buio totale..ho abbandonato le mie amate letture preferendo giornate intere di mare e relax..sarà stato il caldo o il fatto di non aver trovato letture davvero interessanti.. infatti, quelle qui recensite non mi hanno colpito molto, tranne l'ultima, La ragazza senza passato, che ha tenuto alta la mia attenzione. La prima, invece, Scomparsi, è stata un vero e proprio flop, mentre Jules è una tipica storia leggera e quindi perfetta per l'estate.


1) SCOMPARSI di Caroline Eriksson #Gialli&Thriller

"Non è vero che senza di lui non sono niente. E' con lui, che non sono niente. Ecco, tutta qui la verità. Banale, ma pur sempre verità."

EDITORE: Nord
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19 maggio 2016
PREZZO DI COPERTINA: 16,90€
PREZZO EBOOK:4,99€
PAGINE: 318

SINOSSI: Intorno a lei c'è solo silenzio. Greta si sveglia e si rende conto che Alex e Smilla non sono ancora tornati. Sono scesi dalla barca nel primo pomeriggio, per fare una passeggiata sull'isola che si erge in mezzo al lago Maran, mentre Greta è rimasta a bordo a riposare. Ormai però il sole sta sparendo dietro gli alberi, tingendo il cielo di lingue color sangue, l'acqua intorno a lei è fredda e immobile come pietra e Greta ancora non sente né la voce rassicurante del marito né la risata argentina della figlia. Scende a terra a cercarli ma, poco dopo, capisce che non sono su quell'isoletta. Sono scomparsi. Greta allora torna indietro, nella casa in riva al lago dove stanno trascorrendo dei giorni di riposo. Nulla anche lì. Non le rimane che andare alla polizia. Alla centrale, l'accoglie una giovane agente dall'aspetto gentile. L'ascolta, fa qualche verifica al computer. E, con voce sorpresa, annuncia a Greta che lei non è sposata e non ha mai avuto figli... Chi sono Alex e Smilla? Perché sono scomparsi? E chi è davvero Greta? Qual è la sua storia? Perché sta mentendo? O, forse, è proprio lei l'unica a dire la verità?

LA MIA OPINIONE: quando ho letto la trama di questo libro ero pienamente entusiasta e l'ho acquistato immediatamente. Ma si è rilevato una vera delusione.
Lo definirei un thriller psicologico "fumoso" e nebbioso, nel senso che non si capisce quasi nulla dalla prima alle ultime pagine. Molto noioso, l'ho letto in fretta perché volevo concluderlo e non perché ansiosa di scoprire il finale, ma proprio per chiuderlo e metterlo da parte. Anche perché sospettavo che il finale non sarebbe stato niente di spettacolare..e così si è rivelato..
In pratica, tutto ruota sul tema della violenza sulle donne, non solo fisica, ma anche e soprattutto psicologica. Solo che è tutto sviluppato in modo confusionario e superficiale.
E' raro che per me un libro si rilevi un totale flop, ma in questo caso è proprio così.
E dico, peccato davvero perché, ripeto, l'idea di base era assolutamente intrigante.

CAROLINE ERIKSSON: è laureata in psicologia sociale, ma la sua passione è sempre stata la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno. Vive nei dintorni di Stoccolma col marito e i due figli.
Il suo debutto narrativo risale al 2013 con il libro Il diavolo mi ha aiutato.









2) JULES di Didier van Cauwelaert #Narrativa

"Un cane per non vedenti è una macchina che ti guida. Una macchina che va in panne se non lo fa più"

EDITORE: Sperling&Kupfer
DATA DI PUBBLICAZIONE: 24 maggio 2016
PREZZO DI COPERTINA: 17,90€
PREZZO EBOOK: 9,99€
PAGINE: 231

SINOSSI: Zibal, genio plurilaureato in astrofisica e ingegneria biochimica, sognava di sfondare nel campo della ricerca scientifica, ma la sua ex gli ha rubato l'invenzione che poteva segnare la svolta decisiva. Così, a 42 anni, si ritrova a vendere macarons all'aeroporto di Parigi-Orly. Alice, giovane e bellissima speaker radiofonica, ha perso la vista in seguito a un incidente. I suoi occhi sono quelli di Jules, un adorabile labrador che la guida tra i colori e i pericoli della vita a lei invisibili. Quando Zibal nota Alice in mezzo alla folla dell'aeroporto, è vittima di quel temibile colpo di fulmine di cui aveva imparato a diffidare. Un breve scambio di battute, giusto il tempo di scegliere una confezione di macarons, ed è subito addio: Zibal osserva Alice dirigersi all'imbarco per Nizza. Né lui né Jules sanno che là l'attende una delicata operazione che le restituirà la vista. Quella che per Alice è una grande gioia, per il labrador è la catastrofe: si sente inutile, perso, senza la sua compagna di sette anni. Rifiutandosi di accettare un altro padrone, fugge e va a cercare proprio Zibal, entrando nella sua vita come un ciclone. Da quel momento, uniti dalla sventura e dall'ossessione per Alice, Jules e Zibal avranno un'unica missione: ritrovare la donna che ha spezzato il cuore a entrambi.

LA MIA OPINIONE: Ecco una bella e tipica storia da leggere in estate, comodamente stesi in spiaggia sotto l'ombrellone o sul divano con il condizionatore acceso, un bel gelato o una granita.
Infatti ha una trama rilassante e divertente, con protagonista un labrador dolcissimo e simpaticissimo.
Jules è un cane-guida per ciechi e la sua padrona è Alice, che aiuta a superare le difficoltà quotidiane da ben sette anni. Ma la vita di entrambi è arrivata a un punto cruciale: Alice, grazie a un operazione, ha riacquistato la vista e Jules ora si sente inutile, non riesce ad accettare la condizione di cane normale: il suo compito è quello di aiutare i ciechi e chiunque altro in difficoltà.
Alice, a malincuore, dietro consiglio di uno psicologo per cani, decide di lasciarlo a un altro cieco per guarirlo dalla sua depressione.
Ma Jules non ci sta, non riesce a dimenticare la sua padroncina, scappa dalla sua nuova casa e raggiunge Zibal, genio in astrofisica e biochimica che si diletta in invenzioni per salvare il mondo, ma che lavora come venditore di macarons all'aeroporto di Parigi-Orly.
Alice e Zibal si erano conosciuti poco prima dell'operazione della ragazza, ed erano rimasti folgorati l'uno dall'altra..e anche Jules si era accorto di questo feeling..
Il nostro labrador, quindi, ha finalmente una nuova missione, uno scopo per andare avanti: ricongiungere i due ragazzi.
Ma non sarà tutto così facile: Alice ha un passato burrascoso e una compagna, che difficilmente rinuncerà al suo amore. Per fortuna esistono i compromessi..
Jules ce la farà a raggiungere il suo scopo?

La storia è stata carina e divertente e ho amato Jules dal primo secondo in cui è entrato in scena.
Solo l'ultima parte e il finale mi hanno delusa perché per essere una storia "leggera" mi aspettavo una conclusione più lineare, meno complicata e all'altezza del genere..avrei preferito fosse velata da meno tristezza, ma è comunque un lieto fine..
A parte questa piccola parentesi, il libro vale la pena leggerlo per passare qualche ora in allegria, in compagnia di un cagnolone come Jules e del simpaticissimo Zibal..e anche per conoscere meglio la realtà dei cani-guida, indispensabili nella vita di quelle persone con problemi fisici, di cui l'autore ha dimostrato di avere conoscenze approfondite e all'altezza della situazione.


DIDIER VAN CAUWELAERT: è nato a Nizza nel 1960 da una famiglia di origine belga.
Scrittore eclettico e prolifico, è autore di romanzi, opere teatrali, spettacoli musicali, sceneggiature per il cinema e la tv.
Nel corso della sua carriera trentennale, ha pubblicato oltre venti romanzi, premiati da un grande successo di pubblico e critica.
Numerosi i riconoscimenti letterari ottenuti, tra cui il prestigioso Premio Goncourt, nel 1994; trenta le lingue in cui è tradotto; cinque milioni le copie vendute nel mondo.
Nel 2015 si è aggiunto alla lista dei suoi bestseller Jules, che per mesi ha dominato le classifiche dei romanzi più venduti in Francia. www.van-cauwelaert.com
(dal sito Sperling&Kupfer)

3) LA RAGAZZA SENZA PASSATO di Simon Wood #Gialli&Thriller

"Non puoi prenderti la colpa di quello che fanno gli altri o delle conseguenze future delle loro azioni. Nessuno di noi può farlo. Questa strada porta all'autodistruzione. Senti, ne abbiamo già discusso diverse volte durante le nostre sedute, e so che non è facile, ma devi riuscire a perdonarti. Non si può andare avanti senza il perdono. E' per questo che i cattolici hanno la confessione e gli ebrei il giorno dell'espiazione. Bisogna riconoscere i propri errori e andare avanti"


EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 22 marzo 2016
PREZZO DI COPERTINA: 12€
PREZZO EBOOK: 2,99€
PAGINE: 282

SINOSSI: Appena laureate, Zoë e Holli sono partite per un viaggio di divertimento a Las Vegas. Ma durante il ritorno è successo qualcosa di imprevedibile e folle. Le due ragazze sono state rapite e trasportate in una sordida camera delle torture. Zoë è riuscita miracolosamente a scappare ed è stata ritrovata dalla polizia, confusa e sotto shock. Da allora la sua vita è cambiata per sempre. L’ultima volta che ha visto Holli, l’amica era inerme nelle mani di un sadico killer. Un anno dopo, ancora tormentata dai sensi di colpa, Zoë s’imbatte in un caso su cui sta indagando la polizia, che sembra somigliare stranamente al suo rapimento. Insieme a un detective molto zelante, Zoë ripercorre i passi di quella fatidica notte nel deserto, sperando che la sua memoria torni e li aiuti a rendere giustizia a Holli. Pian piano, si avvicina sempre più all’uomo che l’ha rapita. L’uomo che marchia le sue vittime sfregiandole con un coltello. Il Marchiatore. Il killer non ha smesso di aspettarla. E il tempo ha alimentato la sua sete di vendetta.
Un’eroina indimenticabile, un criminale dalla mente perversa, una storia che si muove a una velocità pazzesca.

LA MIA OPINIONE: un gran bel thriller, anche se non ho apprezzato molto il fatto che fin dall'inizio i giochi erano fatti e il finale era più che prevedibile.
Mi spiego meglio: non c'è mai stato un vero e proprio mistero da risolvere. Il libro si apre con Zoe che riesce a sfuggire al suo aguzzino, mentre la sua amica Holli, purtroppo, sembra che invece non abbia avuto scampo.
Dopo i primi capitoli si fa subito conoscenza del misterioso Marchiatore (così chiamato dalla polizia perché marchia con numeri romani le sue vittime), uno psicopatico dalla vita apparentemente normale, ma che è deciso a punire tutti coloro che si comportano in modo eccessivamente sbagliato, come le ragazze facili o le persone che maltrattano i cani. Zoe e Holli, nella sua testa malata, rientravano nella prima categoria. Naturalmente le due ragazze avevano solo deciso di divertirsi un po' dopo la fine dell'università e quando il loro aguzzino le ha adescate erano soltanto su di giri e leggermente brille.
Per Zoe le conseguenze del suo rapimento sono state devastanti: oltre alla paura di poter ritrovare nuovamente davanti a se il Marchiatore, la tormentano i sensi di colpa nei confronti della sua amica, soprattutto perché, una volta riuscita a fuggire dal capanno in cui erano prigioniere, Zoe ha completamente perso ogni ricordo di quel luogo e quindi non è stata di nessun aiuto alla polizia, che non ha mai ritrovato Holli.
Zoe quindi è distrutta: lascia il dottorato, trova lavoro come agente di sorveglianza in un supermercato ed è in cura da uno psicologo per riuscire a superare il suo disturbo post traumatico da stress. Infatti la ragazza è diventata molto aggressiva e trasgressiva, oltretutto: la sera esce da sola per rimorchiare ragazzi con cui puntualmente si tira indietro "sul più bello", provocando molta rabbia negli altri..quasi a voler ricreare la stessa situazione avvenuta col suo aguzzino, ma cercando di cambiare il finale, ossia difendendosi attraverso tutte le tecniche anti-aggressione imparate al corso di autodifesa che ha iniziato a frequentare.
Ma una sera Zoe ripiomba nel terrore..una donna viene uccisa con le stesse modalità usate per Holli ed è ora per la ragazza di affrontare nuovamente il suo passato. Con l'aiuto di un poliziotto, che l'aiuterà a ripercorrere tutte le tappe della terribile notte, Zoe ha ora la possibilità di riscattarsi e di vendicare la sua amica. Ma il Marchiatore, che non ha certo dimenticato che Zoe gli è sfuggita sotto il naso, ha intenzione di portare a termine il suo compito e riesce a rintracciare la ragazza...

Da quando ho il mio amato Kindle, di solito uso comprare tutte le le letture che mi interessano in formato ebook e solo quando un libro mi ha veramente colpito allora compro anche il cartaceo e lo custodisco nella mia amata libreria.
Ecco, in questo caso non comprerò il cartaceo, nonostante sia stata una lettura interessante e ad alta tensione. Infatti la storia viene narrata alternando il punto di vista di Zoe e quello del Marchiatore ed è forse questa tecnica, diciamo, che riesce a tenerti incollata alle pagine dall'inizio alla fine, con un crescendo di ansia e tensione che a volte diventava anche fastidioso.. Continuavo a rigirarmi nel letto, a sedermi, ad alzarmi e girare per casa con il Kindle in mano oppure ad esultare quando qualcosa per Zoe andava finalmente per il verso giusto.
Concludendo, nonostante qualche nota negativa, mi sento comunque di consigliare questo libro, se volete una scarica di adrenalina pura o volete gustarvi un bel thriller.


SIMON WOOD: Ex pilota di auto, ciclista, occasionalmente investigatore privato, è autore di diversi romanzi di successo. Ha ottenuto il prestigioso Anthony Award e una nomination per il CWA Dagger Award. È cresciuto in Inghilterra, ma ora vive in California con la moglie. Per saperne di più su di lui: www.simonwood.net






 

2 commenti:

  1. Tra queste letture mi incuriosisce La ragazza senza passato, essendo un'amante dei thriller. La tua opinione è comunque positiva e conferma la mia curiosità. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, La ragazza senza passato è degno di essere chiamato thriller, perché ultimamente i libri di questo genere mi stanno deludendo tantissimo..

      Elimina