lunedì 22 agosto 2016

Autori Emergenti: CELESTE: L'ARDORE DI UNA DONNA di Cristina Vichi. Recensione. #Romance

"E' imprevedibile..il suo temperamento selvaggio è affascinante e se si arrabbia diventa una forza della natura. Quando la guardo, mi perdo nei suoi occhi, come se il mio corpo non esistesse più senza di lei. Se si allontana da me, sento che mi manca l'aria, è una sensazione terribile. Poi, quando sorride..il suo sorriso mi attraversa il petto come un fulmine nel cielo stellato. E' un'emozione così intensa che mi sembra di impazzire di gioia.."


EDITORE: Selfpublishing
DATA DI PUBBLICAZIONE: seconda edizione 24 luglio 2016
PREZZO DI COPERTINA: 10,48€
PREZZO EBOOK: 2,99€
PAGINE: 340

Link d'acquisto: Celeste: L'Ardore di una donna

SINOSSI: Celeste è una ragazza dal cuore selvaggio e impavido, con una forza emotiva talmente spiccata da riuscire a ribellarsi alla corrente ideologica di tutta la nobiltà.
L’inaspettato incontro con l’amore sconvolgerà non poco la sua vita, ma lei combattiva e diffidente, cercherà di resistere con tutte le sue forze a quel turbine di emozioni profonde e sconosciute penetrate nel suo cuore senza chiedere il permesso.
Il passato però, con i suoi drammi e inganni, sta per esplodere e Celeste si trova proprio al centro di tutto, perché ciò che lei è dipende anche da avvenimenti accaduti quando ancora non era nata.

LA MIA OPINIONECeleste: L’Ardore di una Donna è il prequel di Celeste: La Forza di una Regina.
L'autrice spiega: entrambi i romanzi sono autoconclusivi. L’epoca in cui sono narrate le vicende non è definita e i luoghi sono inventati. Il carattere della protagonista non è volutamente giustificabile per i tempi in cui si svolge la storia.
Questo romanzo, inoltre, ha ottenuto la Menzione d’Onore per il particolare valore artistico all’VIII edizione del Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica 2016.

Celeste è una ragazza forte, impavida, coraggiosa e indipendente: uno spirito libero come i cavalli, che lei adora cavalcare, ed è la protagonista di una storia straordinaria.
Celeste è nata dall'amore clandestino della principessa Margherita, figlia di re Gregorio, e di un semplice soldato, Stefano. I due, dopo aver scoperto di aspettare un bambino, progettano la fuga, anche perché Margherita è promessa sposa al malvagio e ricchissimo re Umberto. Questi, non è un sovrano di sangue puro, ma un soldato che, dopo aver smascherato il furto della corona del papa, compiuto da re Giacomo, sovrano di Valleran, viene ricompensato ricevendo in dono proprio il regno del traditore, il quale era stato ucciso con tutta la sua famiglia.
Mentre Margherita e Stefano fuggono, vengono scoperti e raggiunti da Gregorio che affida al soldato Michele, il miglior amico di Stefano, il compito di ucciderlo, mentre la principessa viene  ricondotta al castello e costretta a sposare Umberto, nella speranza che l'uomo non si accorga della gravidanza.
Dopo aver dato alla luce Celeste, anche Margherita muore.
Passano alcuni anni e la principessina si appresta ad entrare in convento, dove passerà i successivi dieci anni della sua vita ad essere educata alla sottomissione e ad avere un carattere docile. Durante il tragitto verso il convento, però, degli uomini che sembrano apparentemente dei banditi rapiscono Celeste e la scambiano con una bambina che da quel momento in poi prederà il suo posto. A capo dei banditi e a prendere in custodia la principessa è Ivan, che altri non è che Stefano, il suo vero padre. In realtà, anni prima, Michele aveva solo simulato di ucciderlo ed è proprio lui che aiuta Stefano nello scambio. Padre e figlia sono finalmente insieme e iniziano una vita felice nei pressi di un villaggio nascosto in un bosco.
Passano così altri dieci anni: Celeste è una ragazza felice, ottimista, determinata, intelligente e un'abilissima spadaccina, oltre che bellissima. Attira infatti molti sguardi e in molti apprezzano la sua avvenenza, anche se rimangono incantati nello scoprire il suo carattere fiero e ribelle. Ma è tempo per lei di conoscere anche l'amore, quello puro e vero, che trova in Alessandro, anche se inizialmente i loro rapporti non sono proprio idilliaci: "due caratteri forti e orgogliosi che, pur essendo attratti, avevano deciso di scontrarsi".
Purtroppo però il passato torna a bussare alla porta di Stefano e Celeste. Alessandro è in realtà il figlio di re Giacomo, che si scopre essere stato ingiustamente usurpato del suo trono. Anche lui è riuscito a sfuggire alla morte, è diventato un pirata e ha accumulato tante ricchezze per poter mettere in atto la sua vendetta contro Umberto.
E questa è anche l'occasione giusta per Stefano e Celeste di far pagare a caro prezzo al re tutti i torti subiti  in passato. La finta principessa, infatti, sta per uscire dal convento e Celeste prenderà nuovamente il suo posto per far ritorno al castello e mettere in atto la tanto attesa vendetta.

Questo è solo un riassunto, peraltro solo della parte iniziale della storia, di tutto quello che vi aspetta se avrete l'occasione di leggere questo meraviglioso libro. E' vero, per essere un riassunto, è piuttosto lungo e tra l'altro ho tralasciato la seconda parte della storia per non svelarvi proprio tutto. Ma l'autrice è stata veramente brava a concentrare in sole 340 pagine una vicenda ricchissima di avvenimenti, di personaggi e, soprattutto, di colpi di scena, che si avvicendano uno dietro l'altro.     Eh si, durante la lettura non avrete un attimo di pace: molti i segreti svelati, tanti intrighi, cospirazioni, personaggi buoni che si riveleranno cattivi e viceversa. Ricorrenti anche le scene d'azione, dove la protagonista è proprio Celeste, una ragazza sempre pronta a combattere per i propri ideali e maldisposta a farsi legare a un guinzaglio, neanche se a cercare di sottometterla è il suo grande amore Alessandro. Ho adorato questa eroina, libera come l'aria, selvaggia e intelligente.
In questa storia anche l'amore occupa uno spazio importante, anche se non troppo ampio. Anzi, considerata la mia scarsa propensione per le storie d'amore sdolcinate, direi che in questo caso è presente un giusto mix tra romanticismo e azione.

Ho letto il libro in pochissimo tempo, desiderosa di scoprirne il finale e il tutto è stato facilitato dallo stile fluido dell'autrice e dalla sua capacità di tenere il lettore col fiato sospeso dall'inizio alla fine.
Sono felice di sapere che c'è un seguito, che leggerò sicuramente, e anche di aver scoperto questa bravissima autrice, che mi ha fatto apprezzare un genere che non ho mai preso molto in considerazione.
Appassionati o meno di questo tipo di storie, consiglio a tutti di conoscere Celeste e di scoprire le sue impavide avventure. Ve ne innamorerete.

CRISTINA VICHI: vive a Riccione, insieme al marito e tre figli.
Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria.
Di seguito le sue opere:
“Celeste: L’Ardore di una Donna” (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura, autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.
“Destini Ingannati” (15/11/2015). Romanzo autoconclusivo.
“Celeste: La Forza di una Regina” (10/08/2016) Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.
“E se poi te ne penti?!” Romanzo rosa/Humor autoconclusivo. (In prossima uscita).
“Tander: Dentro di noi l’energia dei Fulmini” Romanzo Urban Fantasy autoconclusivo. (In prossima uscita).

Blog Autore: Cristina Vichi
Pagina Facebook: Cristina Vichi Scrittrice



4 commenti: