sabato 27 agosto 2016

Autori Emergenti: SCUSATE, NON C'E' NIENTE DA VEDERE di Marco Chiaravalle. Recensione.

"Avrei potuto parlarvi di vampiri teenagers che sbrilluccicano alla luce del sole come ricoperti da una patina di brillantini, o di quarantenni aspiranti pedofili che si sposano con ragazzine di 18 anni e non finiscono in prigione senza passare dal via, di maghetti senza arte né parte.. e invece vi parlo di me, dato che c'è già qualcuno che vi rimbambisce con queste fesserie."


SINOSSI: "E' il primo romanzo di una trilogia onirica: tre storie differenti, tre protagonisti diversi, il sogno come motivo ricorrente e una favola che accompagnerà tutta la narrazione".

LA MIA OPINIONE: Ho conosciuto questo romanzo sul blog di Ely Il Regno dei Libri, dove ne ho letto la recensione (potete trovarla qui) e lei ha speso parole davvero belle sia per l'autore che per il suo racconto. Ne era molto entusiasta e io mi sono lasciata contagiare.
Subito dopo Marco Chiaravalle mi ha contattata per propormi la lettura del suo gioiellino e a questo punto non ho avuto più dubbi. Mi sono iscritta su Wattpad e via con la lettura..

Vi scrivo in breve la trama: il protagonista è uno scrittore, Marco Bandini, che, dopo un grave incidente dove è rimasto in coma per qualche tempo, rimane a corto di idee e non riesce più a continuare e concludere le sue storie. Inoltre, molto spesso scivola durante la giornata in una specie di sogno dove incontra sia Mike Myers, il protagonista di un suo romanzo, che lo esorta a riprendere con la scrittura, e sia la sua ex ragazza Michelle, che ha abbandonato Marco subito dopo l'incidente. Ma questi sogni sembrano molto reali, tanto che il nostro protagonista inizia a confondere la realtà con la fantasia, provocando un sacco di pasticci.
Quindi è una storia dove vita vera e sogno si alternano e a volte si mescolano. Il confine tra i due mondi, diciamo, è molto sottile e il protagonista in ogni capitolo scivola facilmente da una realtà all'altra. Tanto che Marco a un certo punto esclama: La vita è sogno.
Sul finale, il sogno, anzi l'incubo, come avrete modo di capire, prenderà il sopravvento sulla realtà.

Rileggendo le mie parole mi rendo conto che questo libro potrebbe sembrare cupo e ombroso, ma credetemi, si ride a crepapelle fin dall'inizio. Marco Chiaravalle è un genio, lasciatemelo dire, e non lo sto adulando o robe simili. Ha partorito davvero una piccola perla e, come Ely, anche io spero presto che qualche editore si accorga di lui, perché un talento simile deve essere letto da quanti più occhi possibili.
Come ho già scritto, si ride molto, ma l'autore non è mai eccessivo con la sua ironia. Non mancano, comunque, riflessioni serie su temi importanti.
Il tutto si sviluppa in un crescendo di tensione e soprattutto emozioni che culmineranno in un finale un po' particolare, ma che vi farà venire la pelle d'oca.

Il libro è anche un chiaro omaggio a Caroll e al suo Alice nel paese delle meraviglie, tant'è che uno dei personaggi principali si chiama proprio Alice Caroll, ovvero il nuovo interesse amoroso di Marco. Avrà un ruolo molto importante nella storia e sarà anche lei coinvolta nella spirale sogno/realtà di Marco. Inoltre, in uno degli episodi, sarà addirittura presente anche il bianconiglio :)

Leggete, leggete, leggete questo meraviglioso libro, non potete assolutamente perderlo. E' anche gratuito, lo trovate infatti su wattpad, quindi non dovete fare altro che una semplice iscrizione al sito. Vi lascio il link: Scusate, non c'è niente da vedere - Marco Chiaravalle - Wattpad

P.S. vorrei aprire una piccola parentesi, sperando di non essere inopportuna. Marco Chiaravalle in un capitolo spende splendide parole per le persone coinvolte nel terremoto de L'Aquila di qualche anno fa. Vista la terribile situazione di questi giorni nel centro Italia, vorrei riportare le parole di Marco, che mi hanno colpito dritto al cuore e che fanno riflettere molto:

"Quando vedi una disgrazia attraverso il filtro di uno schermo, le facce delle persone, le loro lacrime, sembrano così distanti da te, come se non ti appartenessero. Ma, se rifletti un attimo, quella gente è tutta figlia della tua stessa terra, vive sotto il tuo stesso cielo. Tutte queste vicende fanno parte, ormai, del nostro dna, nessuno deve esserne immune, perché tutte queste storie, lontane magari chilometri e chilometri dalle nostre vite tranquille, non sono le storie di qualcun'altro: queste storie sono anche le nostre storie.
E fate bene attenzione che non è un terremoto che uccide un popolo. Un popolo viene ucciso quando la sua storia viene dimenticata. E per far che ciò non accada mai, continuate sempre a raccontarla."

"Non crediate che siano solo nomi le persone che non ci sono più, perché dietro quei nomi una volta c'erano degli occhi, delle labbra, dei gesti unici per ciascuno di essi, delle speranze per il futuro, dei rimpianti per il passato, delle promesse, dei sogni. Dietro quei nomi una volta c'erano delle vite.
Non dimenticateli perché loro, nei vicoli di questa città, quando il vento si alza..urlano ancora."

9 commenti:

  1. grazie per la tua bellissima recensione ^^ Purtroppo le parole che hai scelto del mio libro sono tremendamente attuali. Speravo che una tragedia del genere non accadesse più... ora rimbocchiamoci le maniche tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Marco, per le tue parole e il tuo talento. Ti auguro il meglio ^_^

      Elimina
  2. Maria eccomi! ❤️ Mi sono precipitata a leggere la tua recensione appena blogger me l'ha notificata ^_^ innanzitutto vorrei ringraziarti per aver inserito nella tua recensione il link alla mia, sei stata davvero un tesoro, credimi la tua gentilezza è rara e mi ha colpita. Grazie di cuore! Ed adesso andiamo al libro di Marco ^_^ sono davvero felice che tu lo abbia adorato quanto me, questa lettura è davvero una delle migliori degli ultimi tempi, è rimasta nel mio cuore letteralmente. Non vedo l'ora di vedere questo libro pubblicato da una grande CE, merita di essere portato nel mondo e l'estratto che hai scelto di citare tu ne è di certo una prova. Una profondità più unica che rara, grazie per avermi ricordato queste parole. Complimenti a te per la bellisima recensione ed ovviamente a Marco al quale rinnovo la mia stima anche se di certo ne è già consapevole ^_^ un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Ely, per tutto il tuo sostegno. Comunque vi annuncio che tra un mesetto lo proporrò ad una CE veramente in gamba. Speriamo mi diano modo di parlarne

      Elimina
    2. Grazie dei complimenti Ely, mi hanno fatto molto piacere ^_^
      La tua recensione mi ha colpito molto e poi tu sei una persona davvero dolce, mi sei subito andata a genio (anche se non ci conosciamo e comunichiamo solo per messaggi, è una sensazione a pelle che ho provato nei tuoi confronti).
      Allora incrociamo le dita per Marco, speriamo che la CE si accorga del suo valore ^_^

      Elimina
    3. che tesoro che sei Maria grazie ancora di tutto cuore, credimi quando ti dico che è assolutamente reciproco, sono davvero felice di conoscerti! E Marco, sono felicissima di questa notizia, facci sapere mi raccomando, facciamo il tifo per te! ^_^

      Elimina
  3. Non ho letto questo libro e devo dire non ne conoscevo nemmeno l'esistenza , ma la recensione e la tua impressione mi hanno incuriosito, me lo procurerò.Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Lory, spero di non deluderti... a fine mese lo proporrò ad una casa editrice di una certa importanza... e speriamo bene ^^

      Elimina