sabato 1 ottobre 2016

LA COPPIA PERFETTA di B.A. Paris #Gialli&Thriller #ThrillerPsicologico

"..negandosi il piacere di distruggermi fisicamente, voleva concedersi quello di distruggermi mentalmente. Il pensiero che intendesse trasformare la mia prigionia in una sorta di gioco psicologico mi gelava il sangue."



EDITORE: Nord
DATA DI PUBBLICAZIONE: 1 settembre 2016
PREZZO DI COPERTINA: 16,90€
PREZZO EBOOK: 9,99€
PAGINE: 337

SINOSSI: Chiunque avesse l'occasione di conoscere Jack e Grace Angel penserebbe che sono la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Chiunque allora vorrebbe conoscere meglio Grace, diventare sua amica, scoprendo però che è quasi impossibile anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e comunque non esce mai senza Jack al proprio fianco. Chiunque penserebbe che in fondo è il classico comportamento degli sposi novelli, che non vogliono passare nemmeno un minuto separati. Eppure, alla fine, qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi per esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace ha lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponde mai nemmeno al telefono di casa, perché ci sono delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta...

LA MIA OPINIONE: Ieri pomeriggio sono ritornata a Roma dalla Puglia e non c'è niente di meglio che leggere per far passare velocemente le quattro ore di treno, soprattutto se si ha tra le mani un libro appassionante, come in questo caso. Tanto che ho iniziato a leggerlo appena partita da Bari e l'ho chiuso, soddisfatta del finale, poco prima del mio arrivo a Roma. Infatti non sono riuscita a staccarmi dalle sue pagine neanche un attimo e quando, come succede spesso, il treno si è fermato un bel po' per un "controllo tecnico", non  mi sono neanche arrabbiata e scocciata più di tanto.

Jack e Grace agli occhi del mondo sono una coppia assolutamente perfetta: lui un avvocato di successo che difende le donne maltrattate dai mariti e un compagno premuroso, attento e generoso, tanto che ha anche accettato la presenza della sorella della moglie, Millie, una ragazza affetta dalla sindrome di Down. Grace, invece, è una moglie impeccabile ed elegante, pronta a soddisfare il marito in tutte le sue richieste.
Ma già dalle prime pagine, dalle prime parole di Grace, che narra in prima persona questa storia, si intuisce che c'è qualcosa di strano. Lei è perennemente in tensione per ogni gesto che compie, ossessionata dalla perfezione e se in un primo momento si potrebbe pensare che si comporti in questo modo per non deludere il marito e per non fargli fare brutta figura con i suoi colleghi e amici, si scopre ben presto che la realtà è ben diversa. Inoltre, altri elementi alquanto inconsueti caratterizzano la vita di Grace: non ha un cellulare e non risponde neanche al telefono di casa, non ha un indirizzo email e soprattutto non esce mai senza Jack al suo fianco.
La narrazione si alterna tra passato e presente, dove nel primo caso Grace racconta la sua vita prima del matrimonio con Jack, dal loro primo incontro al lavoro che svolgeva e che la soddisfaceva. E così pian piano si scopre che il dolce maritino premuroso ha un passato torbido, caratterizzato da azioni da lui compiute che mi hanno disgustato e che l'hanno segnato per sempre, facendolo diventare una sorta di psicopatico. Ha sposato Grace solo per usarla a raggiungere uno scopo terrificante e ben preciso e nel frattempo la tiene segregata in casa, prigioniera delle quattro mura della sua stanza, privandola di cibo e acqua a tutti i tentativi di fuga di lei. Tentativi, ovviamente, che non sono mai andati a buon fine perché Jack è tanto malvagio quanto scaltro e furbo ed è riuscito a tessere attorno a lei una rete di bugie e ricatti da cui è impossibile fuggire. E Grace, per paura che Jack possa far del male a sua sorella Millie, finge di essere la moglie perfetta e impeccabile davanti agli altri, ma cerca in tutti i modi di liberarsi dal suo aguzzino quando è segregata in casa. Ed è proprio questo il filo conduttore della storia, la domanda che ci si pone dall'inizio alla fine: riuscirà Grace a tornare una donna libera e a sbarazzarsi di Jack? Anche perché il tempo stringe, Millie sta per compiere diciott'anni e lasciare l'istituto che l'ha ospitata per trasferirsi a casa del cognato..L'incubo sta per iniziare..

Come avrete ben capito, in questo thriller non c'è un "colpevole" da scoprire perché si intuisce fin dalle prime pagine che è Jack il burattinaio di tutta la storia.
Ma cosa mi è piaciuto di questo libro? L'angoscia e la tensione che mi hanno accompagnato praticamente fin dall'inizio. Soffrivo insieme a Grace ogni volta che cercava di mettere fine alla tremenda situazione che stava vivendo e ogni volta che i suoi tentativi non andavano a buon fine, perché Jack le stava continuamente col fiato sul collo. Persino io cercavo di ingegnarmi in possibili soluzioni, nel senso che pensavo continuamente non solo a come Grace avrebbe potuto farcela, ma anche a SE mai ce l'avrebbe fatta. Vi dico solo che un personaggio secondario e soprattutto sua sorella Millie avranno un ruolo fondamentale e risolutivo nella vicenda.

Pur essendomi piaciuto da morire, non posso affermare che questo sia un thriller impeccabile, perché ho riscontrato più di un'incongruenza. Il finale mi ha soddisfatto, ma l'autrice poteva impegnarsi un po' di più e approfondire maggiormente certi aspetti. Mi è sembrato tutto molto frettoloso e anche un po' inverosimile.
Ma nel complesso non posso che promuovere a pieni voti questo esordio, sia per come è stata approfondita la psicologia dei personaggi e sia per le emozioni provate durante tutta la lettura: inquietudine e tormento..Adoro, adoro entrare in sintonia con una storia e immergermi in essa, dimenticando tutto il resto, ed è questo che è successo durante le mie quattro ore di viaggio.
Quindi questo libro entra ufficialmente nella lista di quelli che io chiamo i miei libri del cuore.
Finalmente, dopo tante delusioni, ho letto un thriller psicologico degno di questo nome e consiglio a tutti gli amanti del genere di non perdersi questa intensa e appassionante lettura.




B.A.PARIS: è nata e cresciuta in Inghilterra, ma si è trasferita in francia per lavorare in una grande banca d'investimento, A un certo punto della sua vita, però, ha deciso di cambiare e di dedicarsi all'insegnamento e alla narrativa. Quindi ha fondato una scuola di lingue e ha iniziato la stesura de La coppia perfetta, il suo primo romanzo. Vive a Parigi col marito e i cinque figli.

18 commenti:

  1. ciao Maria, sono d'accordo con te, tranne sul finale, lì mi aspettavo qualcosina in più, ma tutto sommato si è rivelato un bel thriller, sicuramente da leggere!
    Ella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ella, si, hai ragione..il finale mi è piaciuto, ma l'autrice poteva impegnarsi di più..la perdono perché in generale è stata una bella lettura :)

      Elimina
  2. Oddea! Dopo "L'amore bugiardo" sono angosciata dai romanzi sulle coppie XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha :D L'amore bugiardo è il top, veramente un bel thriller e finora non ho letto niente di più interessante..La coppia perfetta è niente in confronto :)

      Elimina
  3. Bellissima recensione, Maria!
    Muoio dalla voglia di leggere questo libro sin dal giorno in cui è uscito (lo sto tenendo d'occhio su libraccio).

    Ho bisogno di un bel thriller!

    Eleonora C
    LA BIBLIOTECA DELLA ELE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ultimamente ho letto solo thriller deludenti e finalmente La coppia perfetta mi ha soddisfatto in pieno :)

      Elimina
  4. Hello Mary <3, ti dirò, pur non amando il genere, questo libro mi intriga parecchio. Forse lo leggerò un giorno^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicky :-* Magari con questo libro rivaluterai il genere ^_^

      Elimina
  5. non è il genere che mi piace...
    comunque sono arrivata al tuo blog per caso, ci ho fatto un giro veloce e mi è piaciuto molto, infatti mi sono subito aggiunta ai tuoi lettori fissi!
    Un bacio, Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa, grazie per essere passata e per esserti iscritta ^_^
      Un bacio :-*

      Elimina
  6. Ciao, sono una tua nuova lettrice!
    Non conoscevo questo libro ma sembra interessante, magari andrò a cercarlo!!
    Se ti fa piacere passa da me, anche se sono solo agli inizi...
    peperosaescarabocchi.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per essere passata ^_^
      Vengo subito a dare una sbirciatina al tuo blog :-*

      Elimina
  7. Ciao Maria! Sono fulminata da questa recensione! Sai che l'aspettavo e non immagini quanto sia stata felice di leggere che ti è piaciuto da morire. Non importa che non sia del tutto impeccabile come giustamente dici in base alle tue impressioni, sono lo stesso folgorata dalle tue parole che mi danno l'imput giusto per acquistarlo e leggerlo!
    Parli così bene di angoscia e di tensione che sono saltata dalla sedia! Proprio quello che cerco in un thriller del genere.
    Un abbraccio! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta, sono contenta che la mia recensione ti sia piaciuta ^_^ E non vedo l'ora di scoprire la tua, quando leggerai il libro, perché sono curiosa di conoscere non solo la tua opinione, ma anche le emozioni e le sensazioni che hai provato durante la lettura, anche perché tu sei capace di cogliere sfumature nuove che a me sfuggono ^_^
      Un bacione :-*

      Elimina
  8. Ciao Maria! Quanto adoro la copertina di questo thriller... non è molto elaborata ma ha catturato la mia attenzione fin da subito. Io non leggo molto di questo genere, anzi è nell'ultimo periodo che mi sto avvicinando ad esso e questo libro mi sembra ottimo per prendere ancora più confidenza!

    Carmela,

    BOOKS IN KENSINGTON GARDENS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è perfetto se vuoi appassionarti a questo genere..è forse il miglior thriller che ho letto negli ultimi sei mesi :)

      Elimina
  9. Questo libro lo tengo d'occhio da quando è uscito! Spero di riuscire a leggerlo perché sto morendo dalla curiosità! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo che prima di comprarlo morivo anche io dalla curiosità di leggerlo, non vedevo l'ora..e per fortuna non è stato una delusione :)

      Elimina