lunedì 3 ottobre 2016

NON E' LA FINE DEL MONDO di Alessia Gazzola #Narrativa

"Per me la felicità è composta dai seguenti elementi, ma tutti insieme concentrati, altrimenti non vale: bufera con folate di vento ululanti; una candela ardente; un romanzo rosa porneggiante rigorosamente ambientato in epoca regency; un divano; un plaid di pile; un pacco di biscotti, sono scarsamente selettiva, va bene qualsiasi cosa purché contenga cioccolato e olio di palma e basti guardarli per tappare le coronarie. A salvarmi dallo stereotipo della zitella, solo l'allergia ai gatti."



EDITORE: Feltrinelli
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 maggio 2016
PREZZO DI COPERTINA: 16€
PREZZO EBOOK: 9,99€
PAGINE: 219

SINOSSI: Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento - ma solo per il momento - insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell'odierna zitella, solo l'allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo. Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov'è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell'affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?

LA MIA OPINIONE: Non è la fine del mondo è il mio primo libro di Alessia Gazzola. E proprio in questi giorni ho visto in tv la pubblicità della serie tratta dalla sua opera più famosa, L'allieva, che presto leggerò.

Emma è la Tenace stagista di una casa di produzione cinematografica, così soprannominata perché ricopre questo ruolo da ben tre anni, senza possibilità di trasformazione del suo contratto in uno a tempo indeterminato. Ma lei crede di avere un asso nella manica, ovvero l'occasione che le permetterebbe finalmente di avere il suo posto definitivo all'interno dell'azienda. Emma infatti cerca di dare una svolta alla sua carriera tentando di convincere un famoso scrittore italo-giapponese, Tessai, a cedere i diritti del suo ultimo libro per farne un film.
Ma all'improvviso la situazione precipita: Emma viene addirittura licenziata a favore della raccomandata di turno ed è costretta a reinventarsi sarta in un negozio di abiti artigianali per bambini. Questa situazione di calma apparente, però, non durerà che un battito di ciglia perché il mondo delle produzioni cinematografiche, ovvero la sua vera passione, tornerà a bussare alla sua porta, complicandole ancora di più la vita.

Sinceramente ho avuto un po' di difficoltà nella lettura di questo libro, che non posso attribuire a una trama scadente, ma bensì allo stile dell'autrice che non proprio mi aggrada. La storia invece è risultata molto carina, anche se non molto approfondita sotto alcuni punti di vista.  La sensazione che ho avuto è stata di un ritmo narrativo molto veloce, come se l'autrice avesse avuto fretta di concludere tutto molto presto. Mi è sembrata una storia scritta di getto, quasi un racconto breve arricchito. E dico arricchito perché comunque le vicende della Tenace stagista non sono le uniche presenti, ma si intrecciano a quelle della sua famiglia: di sua sorella Arabella alle prese con una crisi coniugale con l'Orrido Cognato, delle sue Nipoti e di un segreto che coinvolge sua madre tenuto nascosto per troppo tempo. E che curiosamente rimanda allo scrittore Tessai, uomo testardo e caparbio, restio a cedere i diritti del suo libro per paura che venga stravolto nella trasposizione cinematografica (e come dargli torto? Succede sempre per davvero :D), ma che alla fine salverà Emma dai guai.

Insomma, boccio questo libro, ma non l'autrice anche perché mi hanno parlato benissimo sia di lei che de L'allieva, che ho proprio tanta curiosità di leggere. Una seconda possibilità non si nega a nessuno.


ALESSIA GAZZOLA: è nata a Messina nel 1982. Medico specialista in medicina legale, ha esordito nella narrativa con L'allieva (Longanesi 2011) romanzo in bilico tra il giallo e la commedia, caso letterario dell'anno per l'alto numero di copie vendute da un'opera prima. Ha pubblicato altri quattro libri con la stessa protagonista de L'allieva: Alice Allevi una giovane specializzanda in medicina legale, dall'animo sensibile, ma alquanto distratta, dotata però di grande intuito e immaginazione, che l'aiutano a risolvere i casi su cui indaga l'ispettore Calligaris. I libri della serie sono stati tradotti in numerose lingue tra cui francese, tedesco, polacco, turco e spagnolo.La Rai ne ha acquistato i diritti per una serie televisiva le cui riprese sono iniziate nel 2015. ( da Wikipedia).

16 commenti:

  1. Ciao! Non potevo non leggere questa recensione, visto che il libro di cui parli mi è stato regalato proprio venerdi :-)
    Mi incuriosisce sempre di più!
    Ho visto la fiction "L'allieva"...la prima puntata è stata carina ma non eccezionale. Vedremo le prossime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Io non sto seguendo la fiction perché prima voglio leggere il libro..e se mi piace, cercherò di recuperarla in seguito :)

      Elimina
  2. ciao Maria, come ti scrissi quando avevi annunciato che stavi leggendo questo libro io amo lo stile della Gazzola ma "Non è la fine del mondo" dire che mi ha delusa è dire poco. Non so se hai letto la mia recensione ma a malincuore l'ho trovato davvero deludente proprio perchè invece so quanto la scrittura di Alessia può essere coinvolgente. La serie di Alice Allevi l'ho adorata, mi dispiace tu abbia iniziato a leggere la Gazzola proprio da questo libro, secondo me meglio non scoraggiarsi e partire da L'Allieva <3 Spero lo leggerai presto, ti mando un super mega abbraccione e ti auguro buon pomeriggio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, si, mi ricordo quando mi dicesti che questo libro della Gazzola ti aveva deluso..ma, come ho scritto, ho intenzione di dare una seconda possibilità a questa autrice perché mi fido del tuo giudizio e ho deciso di seguire il tuo consiglio <3

      Elimina
  3. Ciao Maria! Io non ho mai letto nulla di questa autrice ma come scrive Ely, avevo precedentemente letto la sua recensione a questo romanzo, e anche la sua è stata una delusione. Questo mi fa capire che probabilmente l'autrice non è riuscita come avrebbe dovuto con questo romanzo. Mi rincuora molto, essendo molto curiosa soprattutto per la serie che stanno passando in tv, che non hai bocciato l'autrice, questo mi fa piacere perchè mi permette di mantenere viva la curiosità e la voglia comunque di leggerla. Assodato che questo romanzo non lo leggo! XP

    Un abbraccio! <3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, si fai bene a non leggerlo perché non lo consiglio proprio..voglio seguire il consiglio di Ely e leggere la serie della Allevi e spero con tutto il cuore di cambiare opinione su questa autrice <3
      Un bacione :-*

      Elimina
  4. Ciao Maria, ho appena scoperto il tuo blog! Di quest'autrice ho letto solo "Sindrome da cuore in sospeso" e mi aveva deluso, però ho sempre sentito parlar bene di lei e quindi vorrei pure io darle un'altra possibilità, o con L'allieva o con questo romanzo, vedremo...
    P.s. se ti va di dare un'occhiata al mio blog ti lascio il link: https://langolodiariel.blogspot.it/
    Buona serata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel, grazie di esserti iscritta, passo subito da te ^_^
      Comunque forse è meglio concentrarci su L'allieva, perché anche Non è la fine del mondo potrebbe deluderti :)

      Elimina
  5. Ciao! Non ho letto questo titolo della Gazzola e non credo che lo farò, troppe recensioni poco convinte. In compenso ti consiglio L'allieva: carinissimo, divertente e con quel misto tra chick-lit e giallo che risulta vincente:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia! Grazie del consiglio..un misto tra chick-lit e giallo..mmm, interessante..mi hai convinta ancora di più e adesso sono proprio curiosa di iniziare a leggerlo :)

      Elimina
  6. Ce l'ho in TBR e come per te, sarebbe il mio primo libro di Alessia. Non ho idea di quando lo leggerò e non sei la prima che lo boccia, quindi credo che continuerò a rimandare ancora per un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, forse è meglio che seguiamo i consigli delle altre e magari ci concentriamo su L'allieva :D

      Elimina
  7. Ciao Maria!
    Ecco un libro di qui ho letto molti pareri non proprio entusiasti!
    il metodo di scrittura dicono che lasci molto a desiderare, quindi ho deciso di non aggiungerlo in lista!
    sono troppo critica da questo punto di vista! :)
    per questa volta la mia lista tira un sospiro di sollievo!! :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha :D Si, è proprio il metodo di scritture che non mi è piaciuto e all'inizio ho avuto proprio difficoltà a leggere :)

      Elimina
  8. Ciao Maria è un vero peccato che questo libro abbia deluso le tue aspettative avrei voluto acquistarlo data la bellezza della copertina ma credo comprerò L'allieva *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Si, ti consiglio anche io di comprare L'allieva, sperando che non si riveli anch'esso una delusione :)

      Elimina