venerdì 16 dicembre 2016

Recensione: E se poi te ne penti? di Cristina Vichi

Buon pomeriggio ragazzi!
A fine novembre vi avevo segnalato il nuovo libro di un'autrice che apprezzo molto, Cristina Vichi, intitolato E se poi te ne penti?
Ho scoperto questa scrittrice molto brava e coinvolgente qualche tempo fa, quando mi ha proposto di leggere i suoi Celeste: l'ardore di una donna (la mia recensione qui) e il suo sequel Celeste: la forza di una regina (la mia recensione qui), due storie che mi hanno completamente conquistato.
E la ringrazio nuovamente per avermi dato la possibilità di leggere anche questo suo ultimo lavoro.
Ma Cristina non ha conquistato solo me, infatti condivido la passione per le sue storie con quel tesoro di ragazza e bravissima blogger di Ely de Il Regno dei Libri e vi invito a leggere anche la sua recensione di questo libro, che potete trovare qui.

EDITORE: Selfpublishing
DATA DI PUBBLICAZIONE: 1/12/2016
PREZZO EBOOK: 2,99€ 
GENERE: Romance/Humor
PAGINE: 254

Link d'acquistoqui

SINOSSI: Una banale decisione, presa senza pensarci troppo seriamente, può davvero cambiare il corso della vita?
Viola, studentessa parigina di origini italiane, è indecisa, non sa se accettare l’invito delle amiche o se tornare a casa a studiare. La sua risposta negativa avrà conseguenze inimmaginabili mentre quella positiva le nasconderà una verità con cui non farà mai i conti.
Trovare l’amore, perderlo, illudersi di possederlo: nella magica atmosfera di Parigi tutto cambia a causa di quella piccola e insignificante scelta di un istante.
Una storia con due e poi tre orizzonti paralleli, in cui il destino di Viola prenderà strade completamente diverse, burlandosi di lei fino all’ultima pagina.
È la Volontà o il Destino a creare il futuro delle nostre vite?

Editing e grafica di copertina a cura di Emanuela Navone.

LA MIA OPINIONE

Ho sempre pensato alle decisioni fondamentali che ho preso nel corso della mia vita e mi sono sempre domandata cosa sarebbe successo se avessi invece preso strade diverse. In questo preciso istante mi sarei ritrovata comunque nella situazione che sto vivendo o sarebbe cambiato qualcosa? E, soprattutto, la domanda che più mi incuriosisce e mi pongo è: avrei conosciuto comunque le stesse persone che hanno fatto parte del mio cammino di vita fin ora?
Le mie risposte a queste domande sono tutte affermative. Sarò banale, ma secondo me ognuno di noi ha il proprio destino, che può cambiare solo in parte, e ognuno di noi prima o poi, nel bene e nel male, incrocerà i propri passi con quelli di determinate persone, a prescindere da tutto.
Ed è proprio su questa parola affascinante e misteriosa, destino, che ruota la storia di E se poi te ne penti?

Viola è una ragazza italiana che vive a Parigi e studia lettere alla Sorbona. E' fidanzata con Patrick, un facoltoso dentista che sembra amarla alla follia, e ha una vita relativamente felice.
Ma un giorno, dopo una lezione universitaria rinviata, le sue amiche le chiedono di fermarsi con loro per un aperitivo. A questo punto, la trama si ramifica in tre linee parallele che seguiranno le scelte di Viola di rimanere o meno con le sue amiche.
La sua scelta negativa la porterà a scoprire una sconvolgente verità e a veder rivoluzionata la sua intera vita, mentre quella positiva continuerà a tenerla all'oscuro da questa verità.
Ma il destino è beffardo e attraverso la vicenda di Viola ci dimostra che qualsiasi scelta facciamo, andiamo incontro inevitabilmente a quello che esso ha riservato per noi.

Cristina Vichi ha sfornato un altro romanzo meraviglioso, trattando un tema che mi ha sempre incuriosito. Certo, Celeste mi rimarrà nel cuore, ma anche Viola è la protagonista di una storia degna di nota!
La struttura narrativa del libro inizialmente mi ha spiazzato perché mi ricordava quella del film Sliding Doors, ma lo stile di Cristina è così appassionato e coinvolgente che sul finale non ho potuto che apprezzare questa sua scelta.
La storia è ricca di amore, quindi neanche le più romantiche rimarranno deluse, ma anche umoristica al punto giusto, un bel mix che rende la narrazione sempre scoppiettante e mai noiosa. Infatti l'ho letta in pochissimo tempo, due sere, e neanche il sonno è riuscito a farmi staccare dalle sue pagine.
Quindi non perdete assolutamente questo ultimo lavoro di Cristina Vichi e se ancora non l'avete fatto, vi consiglio di recuperare anche le storie dedicate all'impavida eroina Celeste!

"Questa è la terza volta che ci incontriamo senza darci appuntamento. Come se facessimo parte della stessa storia, dello stesso libro"


Cristina Vichi: vive a Riccione, insieme al marito e tre figli.
Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria.
Di seguito le sue opere:
“Celeste: L’Ardore di una Donna” (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura, autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.
“Destini Ingannati” (15/11/2015). Romanzo autoconclusivo.
“Celeste: La Forza di una Regina” (10/08/2016) Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.
“E se poi te ne penti?!” Romanzo rosa/humor autoconclusivo.
“Tander: Dentro di noi l’energia dei Fulmini” Romanzo Urban Fantasy autoconclusivo. (In prossima uscita).

Blog Autore: Cristina Vichi Autrice
Pagina Facebook: Cristina Vichi Scrittrice

18 commenti:

  1. Ciao Maria! Sono proprio contenta che questa storia ti sia piaciuta! Spero di proporti presto nuovi romanzi! Grazie infinite.

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione molto completa! Grazie!

    RispondiElimina
  3. Ciao Maria, bellissima recensione! Conosco l'autrice da varie recensioni in giro per il web e, anche se in genere non mi attira molto, questo parte senz'altro da uno spunto molto interessante. Come te, anch'io spesso mi sono posto quella domanda, ma la risposta che mi sono data è un po' diversa dalla tua. Certo, sono poi solo supposizioni e preferisco così.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia, si, purtroppo le nostre sono solo supposizioni e non credo che riusciremo mai a dimostrarle concretamente. Rimane comunque un tema affascinante :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Cara Maria hai davvero un cuore dolcissimo, grazie mille <3 La tua recensione è bellissima e mi trovi super d'accordissimo, il nuovo libro di Cristina è davvero una lettura dolce e piena di profonde riflessioni, quasi quasi mi hai fatto venire voglia di rileggerlo questo libro! Mi unisco a te dicendo che non vedo l'ora di leggere altri suoi libri <3 Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tu dolcissima, cara Ely ^_^ Credo proprio che lo rileggerò anche io, magari nel periodo natalizio :)
      Un bacione grande :-****

      Elimina
  5. Non ho mai letto niente di questa autrice.
    Però, accidenti, la copertina non mi piace per niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace, tranne per l'aspetto dei due ragazzi, molto diversi da come li ho immaginati mentre leggevo il libro :)

      Elimina
  6. Ciao Maria,
    non ho letto niente di quest'autrice. La recensione bellissima di Ely mi aveva convinto, ma la tua decisamente mi ha convinto che devo aggiungere questo libro in lista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, mi fa piacere, spero proprio che ti piaccia :)

      Elimina
  7. Ciao Maria! Come ti avevo già detto, il titolo di questo romanzo è molto accattivante e la trama sicuramente cattura a primo impatto. La tua recensione davvero mette in buonissima luce questa autrice, il suo stile e le sue storie come era già avvenuto in precedenza con le altre recensioni. Insomma, sembra davvero impossibile non segnare questo romanzo e recuperarlo al più presto!
    Un abbraccio e buon weekend! :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonietta! Si, Cristina Vichi ha uno stile che mi piace molto e qualsiasi suo scritto è interessante ai miei occhi.
      Spero di riuscire a leggere presto suoi nuovi romanzi :)
      Un abbraccio e buon inizio di settimana!

      Elimina
  8. Io di suo avevo letto tantissimo tempo fa "Celeste" di questo ancora non ne avevo sentito parlare ma devo recuperare, la tua recensione mi ha incuriosita :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è al pari di Celeste, che a me piacque molto di più, ma è comunque un libro molto interessante e piacevole!

      Elimina
  9. Ciao! Bella recensione, ho appena vinto un nuovo libro nella WL!
    Non conoscevo l'autrice ma promette molto bene, e cercherò sicuramente anche Celeste! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, anche quando leggo le tue recensioni vinco spesso un libro nella wish list ;)

      Elimina