martedì 24 gennaio 2017

Recensione: Molte vite, un solo amore di Brian Weiss

Buon pomeriggio ragazzi!
Oggi voglio parlarvi di una lettura che tratta un tema che mi ha sempre incuriosito e affascinato: la reincarnazione.
Lo psichiatra Brian Weiss nel suo Molte vite, un solo amore cerca di dimostrarci come la vita non si conclude definitivamente dopo la morte, ma che le nostre anime ritornano su questa terra reincarnandosi in altri copri fisici. 
Non solo, durante le nostre molteplici vite, siamo destinati a incontrare le nostre anime gemelle, anime legate a noi da un amore indissolubile, che supera, quindi, anche la morte.

EDITORE: Mondadori
DATA DI PUBBLICAZIONE: 18 novembre 1997
PREZZO DI COPERTINA: 12€
PREZZO EBOOK: 6,99€
PAGINE: 182

SINOSSI: Elizabeth è reduce da un amore sbagliato e avviata sulla strada della depressione. Pedro è un ricco giovanotto messicano segnato prima dalla morte del fratello e poi da un'indecisa relazione con una donna sposata. Elizabeth e Pedro non si conoscono, ma il dottor Weiss ha ascoltato da entrambi, durante la terapia di regressione, il racconto dello stesso episodio doloroso risalente a centinaia di anni prima. Dopo essersi amati in una vita precedente, sembrano destinati a ricongiungersi: e l'amore, che dissolve la rabbia e guarisce l'afflizione, rappresenta per entrambi l'unica possibilità di guarigione.

LA MIA OPINIONE 

In questo libro non è narrata una storia romanzata e per questo l'ho inserito nella sezione Saggistica.


"Esso tratta delle anime gemelle, di quelle persone che si sentono legate per sempre dall'amore e che di continuo si ritrovano insieme, una vita dopo l'altra. I momenti più importanti e commoventi della nostra vita sono quelli in cui cerchiamo di individuare le nostre anime gemelle e di fare scelte che possono trasformare la nostra vita".

Brian Weiss è uno psichiatra che cerca di guarire i suoi pazienti da malesseri psicofisici attraverso la tecnica dell'ipnosi regressiva, che li aiuta, ad esempio, a ricordare episodi traumatici dell'infanzia o di altri periodi della loro vita che hanno provocato i loro problemi..e non solo..Weiss, che ha col tempo imparato a credere che le anime dopo la morte del corpo fisico si reincarnano in un moto perpetuo in altri corpi fisici, con la terapia di regressione conduce i propri pazienti a ricordare episodi di vite passate e i traumi da esse prodotti.

"Sappi dunque che dal gran silenzio ritornerò. Non dimenticare che a te verrò di nuovo..Un breve momento, un po' di riposo sul vento, e un'altra donna mi porterà in grembo." Kahlil Gibran.

In questo libro vengono analizzate le storie di Elizabeth e Pedro. La prima aveva cominciato la terapia per superare il profondo cordoglio e la grande ansia di cui soffriva dopo la morte della madre. Aveva anche problemi di relazione con gli uomini, perché le capitava di incontrare solo partner perdenti o disturbati. Non aveva trovato l'amore vero con nessun uomo.
Pedro, invece, soffriva profondamente a causa della morte del fratello in un tragico incidente e non aveva nessuno con cui condividere i suoi sentimenti.
Apparentemente i due pazienti non avevano nulla in comune: non si conoscevano e non si erano mai visti, anche perché le loro sedute di terapia avvenivano in giorni diversi. Ma grazie all'ipnosi regressiva Weiss scoprirà una verità sconvolgente, ovvero che i due sono anime gemelle che si sono ripetutamente incontrate nel corso delle loro precedenti vite terrene.

"L'incontro delle anime gemelle è dettato dal destino, che le incontreremo è certo. Ma cosa decidiamo di fare dopo quell'incontro rientra nell'ambito della scelta e del libero arbitrio. Una scelta sbagliata o un'occasione mancata possono condurre a una solitudine e a una sofferenza indicibili. Una scelta giusta, un'opportunità realizzata possono portare invece a una gioia e a una felicità profonde".

Ho sempre "sperato" (non creduto) nella reincarnazione e questo argomento ha sempre suscitato il mio interesse. Oltre a vari articoli su internet, non avevo mai approfondito l'argomento, ma dopo aver letto questo bellissimo libro, che mi ha riaperto un mondo, ho intenzione di informarmi seriamente, per avere una visione più completa sul tema.
In questo libro sono riportate quasi tutte le sedute di Elizabeth e Pedro, basate anche su schede cliniche, nastri e ricordi, ma la loro descrizione non è stata noiosa, anzi mi ha appassionato rivivere insieme a loro le esperienze di vita passate. Che esse siano realtà o frutto dell'immaginazione, sono comunque convinta che l'ipnosi regressiva aiuti a superare difficili problematiche di cui non si riesce a capirne la causa.
Mi piacerebbe molto poter fare una seduta del genere, anche se so che farei molta fatica a raggiungere uno stato di rilassamento tale da permettermi di ricordare anche solo episodi, ad esempio, dell'infanzia.

Molte vite, un solo amore è un' ottima e interessante lettura che consiglio a tutti gli appassionati dell'argomento, insieme a tutti gli altri di Brian Weiss, che sicuramente leggerò presto anche io.

"A ciascuno di voi è riservata una persona speciale. A volte ve ne vengono riservate due o tre, o anche quattro. Possono appartenere a generazioni diverse. Per ricongiungersi con voi viaggiano attraverso gli oceani del tempo e gli spazi siderali. Vengono dall'altrove, dal cielo. Possono assumere diverse sembianze, ma il vostro cuore le riconosce. Il vostro cuore le ha già accolte come parte di sé in altri luoghi e tempi, sotto il plenilunio dei deserti d'Egitto o nelle antiche pianure della Mongolia. Avete cavalcato insieme negli eserciti di condottieri dimenticati dalla storia, avete vissuto insieme nelle grotte ricoperte di sabbia dei nostri antenati. Tra voi c'è un legame che attraversa i tempi dei tempi: non sarete mai soli.
L'intelletto può intromettersi e dire: 'Io non so chi tu sia'. Ma il cuore sa".


Brian Weiss: nasce a New York il 6 novembre 1944 ed è uno psichiatra e scrittore statunitense.
I suoi interessi includono aree pseudoscientifiche quali la reincarnazione, l'ipnosi regressiva, la progressione a vite future e la sopravvivenza dell'anima dopo la morte.



12 commenti:

  1. Carissima Maria! <3 Sai che anche io credo nella reincarnazione e sono follemente interessata a tutti questi argomenti?*__* Non conoscevo questo libro e me lo sono segnato subito proprio per le tue delucidazioni in proposito. Davvero molto ma molto interessante. Dunque se ho capito bene non si tratta di nulla di inventato ma Weiss riporta la verità riguardo questi due pazienti che si sono amati in più vite. Argomento che mi delizia. La tua analisi mette in luce proprio ciò che mi incuriosisce di più. Ovviamente più che dall'ipnosi, sono attratta dalla spiegazione di come sia possibile tutto ciò.
    Grazie per la recensione di questo libro! <3
    Un abbraccio fortissimo :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta <3 Sono felice di scoprire un altro interesse in comune *_* Questo è un libro davvero interessante, l'ho adorato. Spero proprio che lo leggerai, sarei contenta di poter scambiare opinioni in merito ^_^
      Un bacione :-*

      Elimina
  2. Buongiorno! Grazie per questo post! Molto bello! Ti auguro una buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Ciao Maria,
    in effetti l'argomento ha qualcosa di interessante che stuzzica un pò la curiosità, se poi dici che non è noioso allora ci si può fare un pensierino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy! Non è assolutamente noioso, anzi, avevo molta curiosità di scoprire le vite passate dei protagonisti :)

      Elimina
  4. Al momento non è uno degli argomenti che più mi incuriosiscono,ma il libro sembra comunque interessante. Complimenti per la bella recensione :)

    RispondiElimina
  5. è un argomento molto affascinante, davvero. Di solito non leggo i saggi ma me lo segno comunque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi temi mi hanno sempre affascinata, insieme all'astrologia, occultismo e robe simili :)

      Elimina
  6. Interessante la trama di questo libro, mi affascinano questo genere di storie dove alla fine le "anime gemelle" si cercano e si ritrovano.

    RispondiElimina