lunedì 24 luglio 2017

Recensione: Garofani di Metallo di Kati Galli

Buon pomeriggio!
Oggi vi propongo la recensione di Garofani di metallo, il nuovo romanzo di Kati Galli, che ringrazio di cuore per avermi fatto leggere il suo libro, una tra le letture più piacevoli fatte quest'anno, una vera e propria sorpresa.
Ecco la mia opinione e tutti i dati del libro:



EDITORE: Eretica Edizioni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 2016
PREZZO DI COPERTINA: 13€
PAGINE: 87

SINOSSI: La speranza di Ricardo di poter tornare subito nel mondo dei vivi si spense quando il cellulare dove sedeva vicino a due poliziotti si lasciò i colli di Lisbona alle spalle e puntò verso il mare. Inutile chiedere la destinazione: l’avrebbe scoperta da sé una volta arrivato. Avrebbe mai ritrovato la strada di casa? Non era mai stato nel villaggio di Peniche, figuriamoci se poteva riconoscere la fortezza cinquecentesca che sovrasta il promontorio. Le mura massicce con le torri di vedetta che dominano la costa erano state concepite per contrastare i pericoli provenienti dal mare, non per mortificare e piegare cittadini che criminali non erano, ma Salazar aveva trasformato la roccaforte in una piccola Bastiglia portoghese per prigionieri politici.

LA MIA OPINIONE

Garofani di metallo è un romanzo breve di straordinaria bellezza, sia per quanto riguarda la storia narrata che per lo stile dell'autrice. Ho adorato entrambi e la sua lettura si è rivelata molto piacevole.

Nel quartiere di Mouraria, uno dei più poveri di Lisbona, Antonio, appena giunto dall'Africa, ha come unico obiettivo quello di conoscere qualche dettaglio in più sulla giovinezza del suo defunto padre Ricardo prima che si trasferisse nel continente nero.
A soddisfare la sua curiosità ci saranno suo zio Roberto e Maria, una donna che ha custodito nel suo cuore tanti segreti e tanto amore.
E così, tra tradizioni culinarie e culturali portoghesi ritorniamo indietro negli anni '70, ai tempi della Rivoluzione dei Garofani, quando i fucili anziché sparare pallottole si riempirono di garofani rossi.
Roberto e Maria si confessano a cuore aperto, e tra i dettagli sulla storia militare portoghese dal secondo dopoguerra fino alla Rivoluzione e segreti finalmente svelati, Antonio potrà finalmente scoprire la verità sul padre Ricardo.

"Mangiando i 'pasteìs de nata' che Maria ha preparato la sera prima, c'è un milione di domande che Antonio vorrebbe farle per riempire il buco nella storia di suo padre, ma sa già che non chiederà niente più di quanto Maria sia disposta a raccontare per non turbare la tranquillità di una vecchia signora. Il tempo è un giocatore abile e imprevedibile: se stuzzicato, non si sa mai quale carta ripescherà dal passato per scompigliarti la vita."

Questa deliziosa storia scritta da Kati Galli, piena di sorprese e colpi di scena, mi ha fatto immergere nella realtà portoghese in tutte le sue sfaccettature, infatti le ambientazioni sono davvero suggestive. 
L'autrice con toni dolci e il suo stile delicato, ma molto magnetico, ci racconta in sostanza una storia d'amore tormentata, forse poco corrisposta, ma che riesce a tenerti incollata al testo dall'inizio alla fine. Già dalle primissime battute mi sono accorta che sarebbe stata una letture forte e d'impatto, seppur scritta in modo morbido, quasi soave.

Maria e Ricardo sono i protagonisti indiscussi del romanzo, forte e tenace lei, scapestrato e indomabile lui e grazie a loro passeggerete per le vie di Mouraria, respirerete amore, passione e grande sofferenza, ma di certo sarete felici di aver trascorso insieme a loro qualche ora della vostra vita, immersi nella loro storia e in quella del Portogallo degli anni '70. 
Vi arricchirete di cultura ed emozioni, quindi non lasciatevi sfuggire la lettura di questa piccola perla.



Kati Galli: è nata a Cremona, dove ha insegnato inglese dopo aver conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere Europee all’Università Cattolica di Brescia. Dopo una decennale esperienza commerciale approda alla scrittura con L’Araba felice, Un’italiana tra i Mori (romanzo autobiografico pubblicato nel 2015) e Nero oltremare (2016). Garofani di metallo è la sua terza opera.

12 commenti:

  1. Ciao! :) Il titolo è molto particolare. La trama non mi aveva detto niente di che, ma le tue parole mi hanno fatto esitare. Non è un libro che leggerei al momento (ho voglia di letture meno... impegnate, mettiamola così), ma il titolo me lo segno lo stesso perché non si sa mai :)

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ormai con Eretica Edizioni ti sei proprio lanciata:) Il titolo sembra davvero interessante, soprattutto per l'ambientazione inedita!

    RispondiElimina
  3. Ciao Maria! <3
    Un romanzo con una trama inusuale e ambientato in Portogallo, una terra che io adoro e di cui mi sono innamorata. <3
    Ti è piaciuto molto e si vede, leggendo, e ne hai tratteggiato le caratteristiche con delicatezza e profondità.
    Una copertina anch'essa inusuale, in bianco e nero e con un titolo molto particolare.

    Un abbraccio forte! <3

    RispondiElimina
  4. Ciao, Maria! Ti ho nominata per il Liebster Award qui sul mio blog. :)

    RispondiElimina
  5. Ciao, sono una nuova followwer! Complimenti per il blog, questo è il mio www di oggi sul mio blog, se ti va ti aspetto come lettriec fissa!
    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/07/www-wednesday.html

    RispondiElimina
  6. Ciao Maria!
    Te l'ho già detto sì che questa casa editrice mi piace un sacco? Adoro! Questo romanzo sembra molto bello, soprattutto per l'ambientazione.

    Ti ho assegnato un premio, se vuoi dare un'occhiata :DD
    https://laquasiadatta.blogspot.sg/2017/07/liebster-award-2017.html

    RispondiElimina
  7. Mi piacerebbe leggerlo!
    Ciao, sono una tua nuova follower, ti va di ricambiare? grazie!
    <3 <3 <3
    https://amoriemeraviglie.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Buongiorno Maria.... anche io ho voluto assegnare al tuo blog il Liebster Award... qui: https://metedinchiostro.blogspot.it/2017/07/liebster-award_31.html
    trovi il post dedicato!

    Buona giornata!!

    RispondiElimina
  9. che trama particolare! Mi incuriosisce molto, segno

    RispondiElimina
  10. Molto particolare il titolo di questo libro e la storia mi incuriosisce

    RispondiElimina