martedì 31 ottobre 2017

I libri del mese #ottobre2017

Buon Halloween lettori!
Finalmente, dopo tanto tempo, ritorno con i miei post dove ogni fine mese ripercorro la mia vita da lettrice.
Come di consueto, quindi, ecco le mie tre mini recensioni di libri di cui non sono riuscita a dare un mio parere esaustivo e i link delle recensioni vere e proprie.

MINI RECENSIONI

- PRIMA DI DOMANI di Lauren Oliver


EDITORE: Piemme
DATA DI PUBBLICAZIONE: 15 giugno 2017
PREZZO DI COPERTINA: 16,50€
PREZZO EBOOK: 6,99€
PAGINE: 432

SINOSSI: Se avessi solo un giorno per cambiare tutto? Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa. La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio. Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l'incidente.

LA MIA OPINIONE:
Ho deciso di leggere Prima di domani dopo aver sentito parlare del film uscito al cinema quest'estate, attratta dall'idea carina, anche se non originale, della storia.
Samantha, une delle ragazze più belle della scuola, una bulletta senza ritegno, muore in un incidente stradale insieme alle sue amiche il 12 febbraio. Subito dopo però si sveglia nel suo letto e la sua ipotesi che l'incidente sia stato solo un brutto sogno, molto reale, sfuma immediatamente quando si rende conto che quel giorno è di nuovo il 12 febbraio. Samantha rivivrà quella giornata molte volte, cercando una redenzione perché pentita di tutte le angherie rivolte ai suoi compagni che lei e le sue amiche non risparmiavano mai e anche perché determinata a cambiare il corso delle cose, a evitare l'incidente e la sua definitiva morte.
Di solito odio i film tratti dai libri perché raramente sono fatti decentemente e quindi ho deciso di dedicarmi prima alla lettura, che per me è stata comunque un flop.
La noia mi ha accompagnato dall'inizio alla fine, soprattutto quando le giornate che la protagonista riviveva dopo la sua morte, sempre le stesse, hanno raggiunto un numero insopportabile. Troppe volte l'autrice ha ripetuto le stesse scene, cambiando solo qualche particolare.
Ho riscontrato anche troppe incongruenze, particolari incomprensibili e il finale, poi, assurdo e senza senso.
L'unica nota positiva è il percorso che la protagonista compie giornata dopo giornata per riscattarsi, cambiare in meglio e abbandonare il suo temperamento arrogante e presuntuoso, diventando finalmente una brava ragazza.


- IL RUMORE DEI TUOI PASSI di Valentina D'Urbano


EDITORE: Tea
DATA DI PUBBLICAZIONE: 13 giugno 2013
PREZZO DI COPERTINA: 10€
PREZZO EBOOK: 6,99€
PAGINE: 319

SINOSSI: In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato "la Fortezza", Beatrice e Alfredo sono per tutti "i gemelli". I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un'amicizia ruvida come l'intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un'amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent'anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.

LA MIA OPINIONE:
La recensione di Il rumore dei tuoi passi meritava un post a parte, ma la sofferenza e la grande emozione che ho provato durante la lettura si stanno ripresentando anche ora che scrivo queste poche righe. Non credo che ce la farei a scrivere un'opinione completa ed esaustiva.
Non leggevo un libro del genere da anni, le emozioni che mi ha regalato questa lettura non le provavo da tanto. Dolore, dolore, tanto dolore. Un amore adolescenziale, ma Vero, fatto di rabbia, possessione, urla e "botte". Un legame unico nato in una realtà degradata che inciderà profondamente sul destino dei due protagonisti.
Non si può quantificare quanto ho pianto, sia per il finale che per altri episodi fondamentali. Non si può quantificare quanto amore traspare da questa storia, un amore non convenzionale, per nulla romantico, ma impetuoso come un uragano, una tempesta.
Da leggere assolutamente, nonostante il rischio di soffrire. È il primo libro della D'urbano che mi ritrovo per caso tra le mani ma non certamente l'ultimo. Anzi, voglio recuperarli tutti!


- LE HO MAI RACCONTATO DEL VENTO DEL NORD di Daniel Glattauer


EDITORE: Feltrinelli
DATA DI PUBBLICAZIONE: 3 maggio 2013
PREZZO DI COPERTINA: 9€
PREZZO EBOOK: 5,99€
PAGINE: 

SINOSSI: Un'email all'indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l'impaccio iniziale, tra Emmi Rothner - 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito - e Leo Leike - psicolinguista reduce dall'ennesimo fallimento sentimentale - si instaura un'amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d'amore epistolare dell'era Internet, il romanzo descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?

LA MIA OPINIONE:
Le ho mai raccontato del vento del nord non è stata una lettura ordinaria semplicemente per l'impostazione alquanto inusuale della storia. Infatti non si tratta di un racconto vero e proprio, ma di un romanzo epistolare virtuale, ovvero composto esclusivamente dallo scambio di email tra i due protagonisti, dall'inizio alla fine. Anche gli episodi che si verificano al di fuori delle loro conversazioni vengono raccontati nelle email.
Per un equivoco Emmi e Leo iniziano un'intenso dialogo sulla loro casella di posta, in un crescendo di sentimenti che li travolgerà entrambi. Lei è quella che ho sopportato di meno: finta nel suo voler apparire felice e appagata del suo matrimonio, molto sicura di sé stessa e della sua bellezza, gelosa e possessiva senza alcuna logicità nei confronti di un uomo sconosciuto, che lei può solo immaginare.
Lui è un'eterno infelice in amore, si innamora sempre delle donne sbagliate, compresa Emmi. Infatti tra i due nasce inevitabilmente un sentimento basato su una complicità mentale molto forte.
Ma questo "amore" reggerebbe a un incontro vero e proprio?
L'impostazione della storia all'inizio mi ha lasciato interdetta e un po' spaesata ma dopo le prime pagine l'ho anche apprezzata. Ho adorato l'ironia dei due protagonisti, il loro scambio di battute pungenti che mi hanno fatto sorridere parecchio, nonostante non nutrissi una particolare simpatia nei loro confronti.
Il finale è da applausi: uno dei due protagonisti ha ricevuto ciò che meritava, per quanto mi riguarda!

RECENSIONI


- ESTREMO INGANNO di Cristina Vichi (cliccate qui)
- IL TRASLOCO di Paola Dalla Valle (cliccate qui)
- L'ANATEMA DEI SETTE PECCATI di Davide Fresi (cliccate qui)
- SEI IL CONFINE DELLA MIA PELLE di Antonietta Mirra (cliccate qui)
- MAD WORLD-IL MONDO MALATO di Domenico J.Esposito (cliccate qui)
- LA MOGLIE IMPERFETTA di A.B. Paris (cliccate qui)

Raccolte di poesie

- FIORI E FANGO di Elena Verzì (cliccate qui)
- FLANELLA di Luca Tosi (cliccate qui)
- RAS TANURA È CIELO BASSO di Gianluigi Amore (cliccate qui)
- MOSAICO di Carolina Gregori (cliccate qui)

17 commenti:

  1. Ciao Maria!
    Il rumore dei tuoi passi mi ispira moltissimo perché mi piacciono i libri che trasmettono emozioni forti!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta! Ho adorato quel libro anche se nello stesso tempo mi ha fatto soffrire molto!
      Un abbraccio a te :-*

      Elimina
  2. Io purtroppo non ho avuto ancora modo di leggerlo Il rumore dei tuoi passi, ma ho letto quello della Oliver e ti capisco cosa hai provato ☺ quando si è adolescenti certi libri si apprezzano maggiormente di quando si è adulti ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te! Ho letto alcuni libri propriamente per adolescenti e in ogni caso non sono stati nelle mie corde :)

      Elimina
  3. Ciao Maria. Il rumore dei tuoi passi è bellissimo e sono felice che ti sia piaciuto*-* Di questa autrice ho adorato anche Acquanera, mentre mi è molto caduta sui libri successivi:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virginia! Sì, mi è piaciuto tanto *_* Un libro che mi ha graffiato carne e anima, molto doloroso! Gli altri ancora non li ho letti, quindi ancora non mi posso esprimere in modo esaustivo su quest'autrice :)

      Elimina
  4. Dei tre libri di cui ci parli in questo post, quello che mi ispira di più è PRIMA DI DOMANI, hanno fatto tutta una serie di film più o meno su quel genere, dove si rivive per più volte la stessa giornata e non me ne sono mai fatta scappare uno ... figuriamoci se mi faccio scapare il libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere allora spero che ti piaccia anche questo libro. Poi mi fai sapere :)

      Elimina
  5. Ciao MAria :-) Della D'Urbano non ho mai letto nulla e devo dire che questo romanzo mi sembra buono per iniziare, anche se sarà un pugno allo stomaco. Su Glattauer invece non è la prima volta che leggo pareri tiepidi, quindi non so se lo leggerò mai. La d'urbano va diretta in lista ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mikla! Preparati psicologicamente e tieni i fazzoletti a portata di mano perché il libro della D'Urbano è tosto :)
      Ma sono sicurissima che ti piacerà e ti rimarrà nel cuore!

      Elimina
  6. Ciao! Io ho amato Il rumore dei tuoi passi e della stessa autrice mi è piaciuto molto anche Acquanera e Non aspettare la notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Noto che è piaciuto un po' a tutte *_* Non vedo l'ora di continuare a leggere i libri di questa autrice, Acquanera mi ispira :)

      Elimina
  7. "Il rumore dei tuoi passi" mi ispira!

    RispondiElimina
  8. hai letto Glattauer! Ho amato quel libro, proprio per la sua particolarità stilistica, ma ancor di più il seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, c'è un seguito? Non lo sapevo, corro subito ad informarmi. Grazie!

      Elimina